Castello di Zavattarello

Bellissima esperienza per i ragazzi di IdP al Castello di Zavattarello, al confine tra Pavia e Piacenza.

Una struttura fortificata davvero imponente che sorge su di un promontorio immerso nei boschi e che ha visto il nostro team lavorare nelle giornate di sabato 15 e domenica 16 novembre in collaborazione con il gruppo speleo-archeologico Teses di Vercelli.

Due giorni immersi un un suggestivo e surreale castello che ha riservato bellissime scoperte ( tra le quali il ritrovamento di oggetti rimasti interrati nel tempo ) e sensazioni davvero molto particolari.

In attesa dell’ uscita sui canali IdP del film documentario riportiamo gli scatti più suggestivi dei due giorni

all’ interno della fortezza.

 

Foto di Simone Tugnoli e Francesca Bragalanti – DIPARTIMENTO POLU’PHEMOS

Notte Paranormale Castello di Rivalta

Ultimo evento 2014 per il team IdP di Melegnano che concluderanno il loro anno di ricerca al castello di Rivalta per la seconda edizione di ” Notte Paranormale”.

Nuovi file interessanti da divulgare a quanti parteciperanno alla notturna che il castello in collaborazione con IdP hanno organizzato all’ interno delle stupende sale del maniero.

Tutte le info le trovate alla voce ” Eventi 2014 “.

Notte Paranormale Vigoleno

image7

 

Bellissima serata all’ insegna della ricerca tecnica, scientifica all’ interno del castello di Vigoleno.

 

Vernasca ore 21, un evento in notturna per gli IdP di Melegnano che hanno intrattenuto il pubblico accorso numeroso alla manifestazione.

Il programma prevedeva la proiezione dell’ ultimo documentario del gruppo girato a Messina e che trattava i miti e le leggende di Capo Peloro e successivamente l’apertura del mastio a chi per una notte ha deciso di conoscere la storia e i lavori del team che precedentemente aveva studiato gli ambienti del maniero.

Nutrito il pubblico che ha interagito con i ragazzi di IdP seguendo attentamente le spiegazioni tecniche e le analisi ambientali svolte nel mese di Luglio all’interno della torre.

Fino alle ore 2.30 del mattino il Borgo ha dato spazio ad una manifestazione sicuramente insolita ma sicuramente interessante che ha sfatato fantasmi e affini puntando sulle anomalie ambientali e sui fenomeni paranormali intesi come eventi non scientificamente provati.

 

Seguono gli scatti della serata

Castello di Rivalta – Notturna

Interessante analisi e studio all’ interno del castello di Rivalta.

Dopo l’evento del 2 novembre verranno pubblicati i risultati della notturna avvenuta sabato 20 settembre dallo staff di IdP e dai vari dipartimenti di ricerca.

Di seguito gli scatti del fotografo Simone Tugnoli.

Un “LIKE” per la ricerca

Like

Un “LIKE” per la ricerca è il nostro compenso per 3 anni e 7 mesi di lavoro incessante.

Abbiamo girato più di 50 location sparse per tutto il nord Italia, con una mole di lavoro pari a 67 interventi di studio al motto di : RICERCA, STUDIO, INFORMAZIONE, PASSIONE.

Il vostro “mi piace” è il carburante al nostro motore che ci da la passione, la voglia e la costanza di operare con professionalità all’ interno di quei luoghi che sembrano essere testimoni di eventi inspiegabili.

Il gruppo nasce e si sviluppa negli anni come contrasto al fenomeno “gost hunting” che ha visto una crescita esponenziale negli ultimi anni e che ha portato alla formazione di “pseudo ” gruppi scientifici che di scienza spiegano ben poco.

L’ausilio della strumentazione ( tecnica, per la misurazione e non per la caccia al fantasma ) che troppo spesso viene utilizzata senza la fornitura di dati appunto tecnici e le dovute perizie e comparazioni hanno fatto si che chiunque, anche l’ ortolano ( con tutto il rispetto per chi svolge tale lavoro ) diventasse un perito elettronico o un ingegnere informatico.

L’esigenza che si pone IdP è quella di avere nell’organico almeno il 50% di tecnici che abbiano una competenza tale alla lettura, lo studio e le analisi del materiale con un approccio che superi i canoni dei cacciatori di fantasmi e che a fine lavoro possano redigere una perizia scientifica che non si limiti alla semplice : ” c’e’ una formazione = fantasma “.

Lo studio è ben altra cosa, lo studio è STUDIO.

In contrapposizione alle metodologie standard che oggigiorno vedono migliaia di aspiranti acchiappa fantasmi parlare, vedere, sentire le presenze, il gruppo IdP cerca sempre di spiegare il fenomeno ( li dove la conoscenza riesce a spiegare ) bypassando la semplice conclusione : ” c’e’ un fantasma”.

A dimostrazione di un lavoro scientifico che non ha nulla a che vedere con metodologie opinabili sperimentate al fine di ricerca scientifica ( come gli evp, domande poste a mister X ) cerchiamo di darvi un informazione scientifica chiara, dettagliata con dati alla mano.

Il paranormale non deve essere inteso come rumore=fantasma=entità=ghost hunting ma come fenomeno sicuramente non riproducibile ma che scientificamente e tecnicamente non trova risposta nel campo dello studio associato e della conoscenza attuale.

Un “LIKE” per la ricerca è un supporto a continuare a far bene, con criterio e con professionalità.

Non riceviamo sovvenzioni, non chiediamo il 5×1000 ne tanto meno veniamo pagati nelle nostre prestazioni. Tutto è gratuito ( nota spese esclusa ) e il nostro lavoro viene svolto per smascherare o confermare presunti fenomeni apparentemente inspiegabili.

Un mi piace per una ricerca priva di artefatti, una ricerca che mostra nel dettaglio tecnicismi ed analisi che hanno il fine di far conoscere una metodologia che nulla a che vedere con la caccia ai fantasmi ma che spiega li dove c’è un presunto fenomeno paranormale con il massimo della serietà e della professionalità.

Un “LIKE ” per la ricerca per non credere a tutto quello che vi dicono.

INDAGATORI DEL PARANORMALE

___________________________

A “LIKE” for research is our reward for 3 years and 7 months of painstaking work.

We shot more than 50 locations throughout the whole of northern Italy, with a workload of 67 intervention studies with the motto: RESEARCH, STUDIES, INFORMATION, PASSION.

Your “like” our engine is the fuel that gives us the passion, the desire and perseverance to operate with professionalism all ‘inside of those places that seem to be witnesses of unexplained events.

The group was created and developed over the years as opposed to the phenomenon of “gost hunting” that has seen exponential growth in recent years and which led to the formation of “pseudo” scientific groups that science explains very little.

The reference to instruments (technical, measurement and not for the ghost hunt) that is too often used without the provision of data and the necessary technical note reports and comparisons have meant that anyone, even the ‘gardener (with all respect for those who carry out such work) became an electronics engineer or a computer engineer.

The need arises IdP is to have at least 50% on the staff of technicians who have an expertise in this reading, study and analysis of the material with an approach that goes beyond the canons of ghost hunters and at the end of work can prepare a scientific report that is not limited to simple: “there ‘training = ghost.”

The study is quite another thing, the study STUDY.

In contrast to standard methods which nowadays see thousands of aspiring ghost hunters talking, seeing, hearing attendance, the group IdP always tries to explain the phenomenon (there where knowledge fails to explain) bypassing the simple conclusion: “there is’ a ghost. ”

A demonstration of a scientific work that has nothing to do with questionable methods tested for the purpose of scientific research (such as evp, questions posed to Mr. X) let us give you a clear scientific information, with detailed data in hand.

The paranormal should not be construed as noise = entity = ghost = ghost hunting but certainly not as a phenomenon scientifically and technically playable but that is not answered in the field of the study and associate of current knowledge.

A “LIKE” to support the research is to continue to do well, wisely and with professionalism.

We do not receive grants, do not ask 5×1000 much less get paid in our performance. Everything is free (excluding expense) and our work is carried out to confirm or expose alleged seemingly inexplicable phenomena.

A I like to search for a free of artifacts, a research that shows in detail the technicalities and analysis that have the aim to introduce a methodology which has nothing to do with ghost hunting but explaining them where there is an alleged paranormal phenomenon with the utmost seriousness and professionalism.

A “LIKE” to search for not believe everything they tell you.

THE PARANORMAL INVESTIGATORS

Castello di Vigoleno

IMG_8599

Nell’ultima notturna di studio prima delle vacanze estive il castello di Vigoleno ci ha visti protagonisti nelle nostre misurazioni per confermare o smascherare presunti fenomeni paranormali. Sabato 12 Luglio il team si è recato a Vernasca in provincia di Piacenza per ultimare i lavori e gli studi presso il bellissimo borgo medievale di Vigoleno. Il castello non racconta storie di fantasmi e presenze ma avendo la possibilità di poter trascorrere la notte per i nostri studi abbiamo voluto comunque lavorare all’ interno dello stesso.  

IMG_8522

Il castello di Vigoleno è un imponente complesso fortificato della provincia di Piacenza sul confine con quella di Parma, nel comune di Vernasca. Posto sul crinale tra la valle dell’Ongina e quella dello Stirone su un rilievo di non elevata altezza domina le colline circostanti. Pervenutoci fortunatamente intatto in tutte le sue parti è un esempio di borgo fortificato medievale di particolare bellezza.

 

La sua fondazione risale al X secolo ma la prima data documentata è il 1141 quando era avamposto, sulla strada per Parma, del Comune di Piacenza. Il possesso passò per molte mani, principalmente fu della famiglia Scotti, vide i Pallavicino, Piccinino, Farnese, e venne più volte distrutto e ricostruito.

 

Nel 1922 la principessa Ruspoli Gramont lo fece restaurare e ne fece sede di incontri mondani, passarono tra le sue mura Gabriele D’Annunzio, l’attore Douglas Fairbanks, Max Ernst, Alexandre lacovleff, Jean Cocteau, la diva del cinema Mary Pickford, la scrittriceElsa Maxwell, il pianista Arthur Rubinstein. Nei primi anni’80 fu teatro di parte delle riprese del film Lady Hawke di Richard Donner con Rutger Hauer e Michelle Pfeiffer.

 

Il borgo è completamente circondato dalla cinta muraria merlata che è interamente percorribile sull’antico cammino di ronda. Ha un unico accesso attraverso un rivellino, dalla particolare forma tondeggiante, che proteggeva il vero portale d’ingresso. Il cuore del borgo è la piazza, con fontana centrale, su cui si affacciano: il mastio, la parte residenziale del castello, l’oratorio e la cisterna. Il paese prosegue con un piccolo gruppo di case strette intorno alla pieve di San Giorgio. Sul lato est, tra le abitazioni e le mura si trova un giardino.

 

IMG_8543

I risultati ( qualora ce ne fossero ) verranno illustrati durante l’evento del 4 Ottobre dove per l’ intera notte il castello resterà aperto al pubblico in un tour insolito tra storia e scienza.

Coming soon…

Castello di Roccabianca

IMG_8433

  • Il Castello di Roccabianca fu costruito attorno alla metà del ‘400 per l’amata Bianca Pellegrini dal Magnifico PierMaria Rossi

    Recenti restauri hanno messo in evidenza pregevoli decori a fresco, stemmi araldici nel porticato antistante la famosa Camera di Griselda con la ricostruzione moderna del ciclo pittorico ispirato alla centesima novella del Boccaccio

    Il Castello ospita il Museo della Distilleria.

 

IMG_8413

 

IMG_8397

  • Realizzato da Pier Maria Rossi per l”amata Bianca Pellegrini alla metà del XV secolo, passò subito dopo ai Pallavicino e, più tardi, ai RangoniNel 1831 il Castello di Roccabianca viene avocato da Maria Luigia alla Camera Ducale. Sovrastano la struttura del Castello, possente e quadrata, il mastio due torri angolariGli interventi di restauro condotti nelle sale dei Feudi, dei Paesaggi, dei Quattro Elementi e nella sala Rangoni, hanno messo in evidenza un notevole apparato di decorazioni.IMG_8335

 

Durante la notte del 24 Giugno 2014 il gruppo IdP ha effettuato un indagine di bonifica ambientale all’interno della struttura ospitante.

Il team composto da : Angelo Adam Cannella, Giuseppe Acunzo, Simone Tugnoli, Francesca Bragalanti, Morena Volpi, Fabio Beltrami e Carla Pellegrini hanno scandagliato per intero il maniero alla ricerca di anomalie ambientali riconducibili alla sfera “paranormale”.

Interessanti registrazioni avvenute alle prime luci dell’alba sono in fase di studio da parte del dipartimento Techne con riferimento all’ Ing. Giuseppe Acunzo che sta ancora oggi analizzando i file di riferimento che sembrano avere delle anomalie di notevole rilevanza.

 

securedownload

Giusepe Acunzo – Ing. del suono ( presso UM di Roma ) 

 

Infatti, tra le 5.00 e le 7.00 nelle registrazioni ambientali all’ interno di una delle stanze del castello sono presenti dei rumori molto singolari.

L’ala interessata alle registrazioni sita a piano terra sotto i saloni ha riservato del materiale che riprenderebbe dei suoni,rumori e voci ( da confermare ) che presto verranno pubblicate con relativa analisi scientifica.

 

IMG_8410

Interessanti restano anche gli scorci di panorama e le stupende sale del castello di Roccabianca che nulla hanno a che vedere con il nostro settore di ricerca ma che racchiudono storia e costumi di un territorio come L’Emilia Romagna, ricco di fascino e mistero.

 

Reportage Fotografico IdP

 

Coming soon…